.
Annunci online

Blog fenomenologico esistenzialista di francesco latteri scholten
Il “Male” in Jean Paul Sartre. Solo la relazione con Dio potrebbe dare un fondamento al soggetto e perciò dargli stabilità e pace.
post pubblicato in diario, il 13 agosto 2010


Il “Male” in Jean Paul Sartre. Solo la relazione con Dio potrebbe dare un fondamento al soggetto e perciò dargli stabilità e pace. E’ un tema che riscopre inaspettate ed insospettabili similitudini, come già quello del concetto di “Qualité” del tutto analogo a quello tomista di “Habitus”, infatti anche per Sartre, come già per Tommaso, il “Male” si configura essenzialmente e sostanzialmente come “Mancanza”. Se però il primo semplicemente ricollocava – pur senza menzionarlo - la concezione dell’aquinate in un quadro ed un orizzonte husserliano ed heideggeriano, il secondo assume una connotazione propria, la quale, sebbene presenti similitudini e soprattutto complementarietà rispetto a quelle dell’aquinate apre ad orizzonti e scenari spesso da questi non direttamente configurati o sviluppati. La ragione di ciò è ravvisabile in una similitudine di fondo, quella della concezione della persona umana e della sua realtà: l’uomo è, cioè, l’essere il quale per sua natura, strutturalmente, non ha e non può avere fondamento in sé stesso, se l’avesse sarebbe Dio. E’ una concezione in realtà assai antica, che ritroviamo già


continua
Sfoglia maggio        dicembre
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv